Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze

cordoni

I cordoni (e/o cordoli) in porfido sono prodotti segati molto utilizzati come bordura di confinamento della banchina delle strade. La resistenza notevole del porfido permette a questi elementi di ben coesistere con il traffico delle città e di durare nel tempo nonostante le elevate sollecitazioni cui sono sottoposti. Solitamente hanno funzione di bordura delle zone pedonali limitrofe alle strade, è il caso dei marciapiedi o delle ciclabili rialzati rispetto al piano stradale. La principale qualità della cordonata è proprio quella di permettere il cambio di livello delle pavimentazioni mantenendo la continuità di materiale. E’ un prodotto molto utilizzato nei centri storici dove deve essere mantenuto un certo valore estetico. Ormai le nuove lavorazioni permettono il suo utilizzo anche in quartieri molto moderni con risultati eccezionali.

Caratteristiche

I cordoni sono disponibili in diverse tipologie, differenti dimensioni e lavorati in maniera diversa. Solitamente i più utilizzati sono i cordoni con superficie fiammata e quelli con superficie al naturale di cava. I i primi hanno la superficie che viene in prima battuta segata, e poi riportata al “naturale” con il metodo della fiammatura, mentre nella maggior parte dei casi hanno colorazioni abbastanza uniformi essendo ottenuti nei nostri impianti da blocchi di notevoli dimensioni. I secondi invece hanno superficie al naturale e colorazioni miste poiché ottenuti da blocchi di misura inferiore. Altri cordoni possono avere la superficie a vista tranciata, detta anche “a spacco” la quale offre un ulteriore versione del prodotto dall’aspetto più rustico, oppure infine bocciardata (riportata irregolare esclusivamente nella zona centrale della superficie e non sul contorno). In casi particolari si realizzano dei cordoni speciali , non solo standard ma anche su disegno, con curve, sezioni trasversali differenti, ecc.. I cordoni possono essere ritoccati con uno smusso (1x1, 2x2, 3x3, 4x4, 5x5 cm), inoltre possono avere altezza e/o lunghezza costante. Per altezze superiori a quelle in tabella, come ad esempio, da 25,1 a 30 cm, da 30,1 a 35 cm o da 35,1 a 40 cm, i cordoni si possono avere ma esclusivamente su richiesta. Le dimensioni riportate in tabella presentano tolleranze di produzione, relativamente allo altezza h pari a ± 5 mm e larghezza a, ± 3 mm.

Lavorazioni particolari e posa in opera

La posa delle cordonate precede solitamente quella del resto della posa visto che realizza il confinamento della strada oppure del marciapiede. L’altezza scelta dipende dalle sollecitazioni cui esse sono sottoposte, dalla quota a vista fuori terra e soprattutto dalla quota di abbassamento dal livello di posa. La larghezza della testa invece è più soggettiva e dipende anche dalle dimensioni della posa (giardino di pochi metri quadrati oppure piazza molto ampia) oppure dalle esigenze intrinseche del cantiere (continuazione cordonata preesistente o questioni planimetriche).

Sigillatura

La posa avviene in sabbia e cemento inoltre in alcuni casi questo è accompagnato da dei ferri di ancoraggio per aumentare la resistenza della cordonata di confinamento alle sollecitazioni laterali. La sigillatura è solitamente realizzata in maniera classica mediante sabbia e cemento.

Imballaggio

I cordoli o cordonate sono forniti su palette.

 Scheda tecnica

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.